Print 

Nell'articolo l'autore introduce la questione evidenziando come il prefisso "iper" abbia acquisito un egemonia nel lessico moderno, ci porta quindi a riflettere su come la tecnologia abbia alterato o rinnovato la dinamica delle interazioni umane e dunque di come l'istituzione museale abbia la responsabilità di adeguarsi alle nuove dinamiche della comunicazione. Di particolare interesse è senza dubbio la riflessione in merito alla necessità di adeguarsi alle potenzialità di comunicazione capillare offerte dalle più moderne tecnologie senza rinunciare alla qualità dei contenuti culturali offerti dal museo e trovando un compromesso con la necessità di introdurre la partecipazione diretta del fruitore.