Nell'articolo di Valentina Vacca, viene sottolineato il fatto che il museo debba divulgare la cultura. Inoltre, sottolinea che, essendo oggi il mondo considerato ipermoderno, iperreale, iper connesso e iper social, anche la realtà museale deve adattarsi ai tempi.

 

Il fenomeno della digitalizzazione culturale è ormai in realtà da diversi anni al centro di numerosi dibattiti fra gli esperti del settore.

 

In aggiunta, il Mibact e Ales spa hanno avviato il progetto Mud-Museo digitale, con il quale tendono a chiamare in causa il pubblico stesso per rispondere al problema della digitalizzazione della cultura.

 

In teoria, un ipotetico museo digitale 3.0 dovrebbe trasmettere la propria cultura al visitatore, sia esso esperto che profano, mediante il supporto tecnologico senza banalizzare l'arte stessa ma rendendola accessibile ad un pubblico più ampio.