Print 

Oggi più che mai, l'importanza di approcciarsi a nuove strategie di comunicazione per i musei è fondamentale.

Infatti,  con l'inizio degli anni 2000 stiamo assistendo ad un vero e proprio cambiamento di comunicazione.

Se prima la comunicazione di un museo veniva basata sul cartaceo (giornalini, flyer, manifesti ecc) oggi è importante essere presenti anche sul web e sui social (instragram, facebook, snapchat...) usati ormai dalla gran parte delle persone.

Lo scopo del progetto "Mud-Museo digitale" supportato dal Mibact è quello di  creare una tipologia museale 3.0 insieme al pubblico, per rendere fruibile a tutti,i beni del nostro paese e per creare un legame diretto tra i musei e le persone.  

Il progetto però, pone numerosi interrogativi come spiega Francesco Antinucci nel saggio: "Proposta per una nuova organizzazione museale".

Secondo Antinucci infatti, è bene non togliere l'attenzione sullo scopo del progetto: Ovvero quello di rendere la culture fruibile a tutti, educare e sensibilizzare le persone all'arte e al sapere e quindi al museo, e non invece l'introito economico. 

Antinucci inoltre, spiega come i musei odierni offrono percorsi troppo mirati e specifici per il visitatore medio che entra in un museo, dovrebbe essere la struttura, infatti a disporre tutti gli strumenti per informarsi al meglio e rendere il più piacevole possibile la visita al museo. Si potrebbero ad esempio creare due percorsi espositivi: Uno per il grande pubblico e l'altro per il pubblico più esperto. 

l'impressione però è quella si confonda lo svecchiamento del sistema museale con la violenza vera e propria della cultura. Questo significa interrompere una vecchia liturgia museale per crearne una nuova che sia al passo con i tempi e con le risorse che la tecnologia mette a disposizione, senza perdere l'obbiettivo,ovvero,quello di comunicare. 

Museo digitale 3.0 non è quindi condividere o fare pubblicità al museo ma trasmettere la cultura su più livelli da quello elementare a quello più complesso per far in modo di essere accessibile veramente a tutti.